Crescendo...

Lilypie Kids Birthday tickers

lunedì 18 novembre 2013

Nelle mani della sanità

Mio marito soffre di epistassi. Se prima erano episodi sporadici, negli ultimi tre mesi la situazione è drasticamente peggiorata. Dopo varie visite al pronto soccorso, finalmente si sono decisi per l'intervento... a data da destinarsi: lo hanno messo in lista d'attesa.
Dopo circa un mese lo chiamano per il prericovero, da fare all'ospedale di L. il 25 ottobre. Dagli esami del sangue fatti quella mattina ne risulta uno non a posto, quindi deve smettere di prendere alcuni medicinali (tra cui quello che dovrebbe impedire il sanguinamento del naso) e tornare il lunedì seguente per rifarlo. Al momento di rifarlo gli spiegano che se, A BREVE, non avrà più notizie dall'ospedale, significa che è tutto a posto.
Dopo una settimana (zero chiamate, quindi diamo per scontato il "tutto a posto") si prende un mega raffreddore e, senza la medicina, è un vero disastro, tanto che, disperato, chiama l'ospedale di C., quello dove dovrebbero fare l'intervento, e l'otorino gli fissa l'operazione il 20 novembre (anche se da L. non gli avevano ancora mandato la cartella clinica). Io venerdì 8 ho preso un permesso da scuola per il 20, peccato che mercoledì scorso chiamano da L. per dire che il 20 ha la visita dall'ematologo, visti i risultati degli ultimi esami del sangue appena arrivato dall'ospedale di I. (dopo 17 giorni... tempi brevi???). Così ha dovuto richiamare l'otorino a C. per spiegargli la cosa e fissare una nuova data per l'intervento (il 3 visita per la cartella clinica e il 4 l'operazione).
E stamattina, udite udite, l'ospedale di L. ha chiamato per dirgli di andare oggi pomeriggio a RIfare l'elettrocardiogramma, perchè quello fatto il 25 ottobre è andata perso.
Ma non è ancora finta, perchè è rientrato in questo momento, incazzato come una bestia, perchè, non solo gli hanno detto che l'elettro perso non era il suo (un caso di omonimia del cognome), ma hanno avuto il coraggio di chiedergli se era sicuro di non chiamarsi come quell'altro tizio!
Io sono rimasta senza parole, a lui qualche parola è rimasta, ma è meglio se non la ripeto.

PS: dopo 10 giorni di orecchio tappato e temendo l'odissea dello scorso anno, sono andata dalla dottoressa: ho vinto 6 giorni di antibiotico e bentelan per una simpatica otite.

PPS: la situazione del cavallo si è stabilizzata, il dolore è sotto controllo e riesce a camminare un po'.

4 commenti:

  1. mamma mia....e non aggiungo altro!!
    Ma non ho capito, il 4 lo operano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La data era uella, ma l'ematologo gli ha prescritto degli esami più approfonditi e quindi è tutto rimandato. Non ne vediamo la fine!

      Elimina
    2. uh mamma che stress. Mille incroci!

      Elimina