Crescendo...

Lilypie Kids Birthday tickers

venerdì 12 aprile 2013

5 anni fa...

Dal mio vecchio blog, 15 maggio 2008:
Da dove cominciare... Ero passata da qui l'8 aprile, avevo risposto a qualche commento e basta: ricordo che avevo i minuti contati, avevo una coppia di amici a cena ed ero presa da quello.
Il 9 abbiamo fatto le prove per un'eventuale corsa in ospedale... Nel cuore della notte mi sono svegliata con un dolore mostruoso al fianco sinistro. Contrazioni? Mi sembrava improbabile visto che il dolore era solo da una parte e per di più continuo. Che fare? Abbiamo preso la borsa e siamo andati in ospedale: l'ostetrica, dopo avermi dato un colpo sul rene sinistro da farmi saltare per il dolore, ha diagnosticato una colica renale... Iniezione di Voltaren, flebo di Buscopan e alle 6 ero a casa, distrutta e ancora con il mio bel pancione!
Il giovedì avevo un po' di cose da fare, ma ho rimandato tutto e sono stata l'intera giornata spalmata sul divano!
L'11 mi sono alzata e stavo decisamente meglio e in mattinata sono stata in ospedale per il booking: ho intravisto le sale parto, sentito le partorienti urlare (chissà perchè avevo la pressione alta?!?!?), controllato il battito del bambino. Nel pomeriggio sono andata a fare una commissione e mentre tornavo a casa è cominciato l'inizio della fine della mia vecchia vita: ero in macchina e si sono rotte le acque, anche se subito non ne ero così sicura visto che era una lacerazione laterale e quindi il liquido scendeva un po' alla volta. Arrivata a casa, M. ed io abbiamo aspettato ancora un paio di ore e poi siamo andati in ospedale. Dopo la visita la ginecologa mi ha detto:"Lei non torna a casa se non con il suo bambino in braccio", però io non avevo nessun dolore e nessuna contrazione, quindi mi hanno spiegato che se entro 24 ore il travaglio non fosse iniziato, avrebbero cercato di indurlo prima con tre applicazioni di gel a distanza di quattro ore l'una dall'altra, e poi, se necessario, con una flebo di ossitocina.
Ho passato la notte a fare tracciati, ma di contrazioni nemmeno l'ombra. In mattinata, dopo un'analisi del liquido, hanno deciso che non si potevano aspettare 24 ore e quindi mi hanno fatto la prima applicazione alle 10. Non mi ha fatto grande effetto: sentivo dei leggeri dolori, ma pensavo che se i dolori del parto erano quelli, ero a posto, alla faccia dei terribili racconti che avevo sentito... Povera illusa!
Alle 4 del pomeriggio, dopo vari tracciati e controlli, mi hanno fatto la seconda applicazione di gel... e questa ha decisamente fatto effetto, anche troppo, visto che è iniziata una contrazione lunghissima e dolorosissima: io sono quasi svenuta e il battito del bambino si è alterato in modo preoccupante, quindi mi hanno fatto una flebo per attenuare l'effetto del gel. A quel punto è iniziato il travaglio: ne ho un ricordo un po' confuso, le contrazioni, il dolore, le spinte... Comunque alla fine io ero esausta e lui non usciva, quindi hanno deciso di intervenire i medici: mi hanno tagliata e lo hanno tirato fuori con la ventosa (risparmio i dettagli della procedura...). È nato il 12 aprile alle 22.47, pesava 2940 grammi ed era lungo 49 cm...
È incredibile come, nel momento in cui è uscito, siano spariti pancia e dolori: il mio unico pensiero era per il mio bambino. Me lo hanno messo sulla pancia, io ero assolutamente rapita da lui, lui ha alzato la testa come per guardarmi e ... ETCIÙ!! mi ha sternutito in faccia! Poi lo hanno portato al nido, mentre i medici mi ricucivano.

Quando mi sono rialzata da quel lettino, mi sono resa conto che ero diventata una mamma...
Oggi è il tuo compleanno: ieri eri un fagottino urlante... oggi sei uno spendido bimbo chiaccherone, coccolone e un po' pestifero.

Tanti auguri, Amore mio, guardarti crescere ogni giorno è la cosa più bella della mia vita!

4 commenti:

  1. io piango sempre a leggere i racconti di parto :-) sentimentale me!!!

    auguri mr simpatia!!!!

    RispondiElimina
  2. auguri Mr Simpatia, a te ed alla tua mamma!

    RispondiElimina